Diritto Amministrativo I: Valutazioni tecniche

La semplificazione del procedimento 

La legge n.241/90 ha avviato una intensa politica di semplificazione amministrativa con lo scopo di riduzione della spesa e miglioramento dei servizi resi al cittadino. 
La conferenza di servizi e gli accordi tra amministrazioni sono istituti di semplificazione amministrativa, al pari della disciplina dei pareri e delle valutazioni tecniche, dell'autocertificazione, della denuncia di inizio di attività e del silenzio-assenso
A partire dal 1997, quello di semplificazione è divenuto un processo permanente, alimentato annualmente da una legge di semplificazione approvata su iniziativa del Governo. Quest'ultima introduce varie misure di semplificazione, tra le quali la riduzione del numero delle fasi procedimentali, la riduzione dei termini dei procedimenti, la riduzione del numero dei procedimenti e il loro accorpamento.


Valutazioni tecniche


Le valutazioni tecniche si concretano in accertamenti tecnici complessi di fatti o situazioni materiali svolti da organismi dotati di elevata competenza specialistica. 
Il parere interviene su uno schema di decisione, la valutazione tecnica ha a che fare con un presupposto del decidere. Per questo hanno maggiore influenza nei confronti del provvedimento finale. 

Le disposizioni legislative che prevedono la valutazione tecnica possono stabilire un termine entro il quale l’accertamento deve essere effettuato, in mancanza vale il termine di 90 giorni dal ricevimento della richiesta di valutazione tecnica. 
Se l’organismo apposito non provvede alla valutazione entro i termini, il responsabile del procedimento deve chiedere le suddette valutazioni tecniche ad altri organi dell’amministrazione pubblica o ad enti pubblici di capacità tecnica equipollente. 

Vanno distinte dalle valutazioni tecniche effettuate in sede istruttoria da organismi diversi dall’amministrazione decidente le valutazioni tecniche poste in essere dalla stessa amministrazione che adotta il provvedimento finale. Questa ipotesi ricorre quando si tratta di amministrazioni dotate di particolare expertise tecnica (es. in un procedimento antitrust per abuso di posizione dominante l’autorità garante della concorrenza e del mercato deve accertare effettivamente se vi sia la posizione di dominanza).


Argomentazione approfondita prendendo come riferimento D'Alberti, M., 2012. Lezioni di Diritto Amministrativo. 2nd ed. Torino: Giappichelli Editore.