Diritto Parlamentare: Ostruzionismo e Metodi antiostruzionistici


OSTRUZIONISMO PARLAMENTARE


L'Ostruzionismo parlamentare è un disegno dilatorio messo in atto dai gruppi parlamentari per ritardare o impedire l’approvazione di una legge.
In altre parole si tratta di una procedura parlamentare che rallenta l’andamento per la decisione e attuazione di leggi.

Si distingue in:
  • Ostruzionismo tecnico
- proposte sospensive e pregiudiziali
- iscrizioni in massa alle liste per la discussione
- presentazione di numerosi odg e emendamenti
- richiesta continua di verifica del numero legale.
Tale tipo di ostruzionismo viene posto in essere dalle minoranze parlamentari

  • Ostruzionismo fisico
Quando si ricorre allo scontro fisico o alle interruzioni o alle intemperanze verbali con cui le opposizioni movimentano le sedute.


METODI ANTIOSTRUZIONISTICI

Per arginare tale fenomeno spesso si ricorre alla seduta fiume che consiste nella prosecuzione ininterrotta della seduta parlamentare in corso con votazioni riassuntive o a scalare.
Lo strumento antiostruzionistico per antonomasia è la presentazione del governo del maxiemendamento che ingloba tutti gli articoli e su cui viene posta la questione di fiducia che essendo prioritaria rispetto alle altre viene subito votata precludendo tutti gli emendamenti presentati.