Diritto Privato: Invalidità e Inefficacia del Contratto

L'ordinamento riconosce l'autonomia delle parti con le dichiarazioni negoziali che posso porre in essere , ma attribuisce ad esse efficacia giuridica quando rientrano nei limiti e rispondano ai requisiti che l'ordinamento stabilisce per l'attuazione dell'autonomia privata.

Se l'atto è carente dei presupposti o dei requisiti richiesti dalla legge , la sanzione che colpisce l'atto compiuto è l'invalidità.Essa si distingue in 2 aspetti :
- Nullità
- Annullabilità 

Per quanto riguarda l'inesistenza del negozio , il nostro Codice non disciplina tale istituto ma si da per implicito che esso si ponga in essere quando il negozio effettuato dalle parti non corrisponde alla fattispecie legale  prevista dall'ordinamento giuridico.

I negozi giuridici , atti di autonomia mediante i quali i privati mirano a determinati risultati, si realizzano quando risultano efficaci : idoneità concreta del negozio a produrre effetti.
Di regola il negozio Valido è anche efficace , ma non sempre è così :
- esistono negozi validi ma inefficaci ( es. testamento premorte )
- esistono negozi invalidi ma efficaci ( es. contratto annullabile ).

L'atto nullo è invece di per se originariamente invalido ed inefficace.



La Nullità

Il negozio nullo è per sua natura invalido e altresì inidoneo a produrre effetti per il quale è predisposto.
L'art. 1418 cod.civ. elenca le causa di nullità del Contratto:
- c.1 c.d. nullità testuale : Contratto risulta contrario a norme imperative , anche a leggi speciali ( es. Codice del Consumo art. 36 : nullità del Contratto con clausole vessatorie a danno del consumatore )
- c.2 c.d. nullità strutturale : quando manchino o siano viziati gli elementi essenziali del Contratto ( art.1325 cod.civ. )
- c.3 c.d. nullità virtuale: specifica nullità di un tipo di Contratto predisposto dalla legge ( anche da leggi speciali ).

La Nullità può essere art. 1419 cod.civ. : 
- totale : quando rende nullo tutto il Contratto
- parziale : comporta essere nullo solo della clausola contrattuale se le parti avrebbero comunque effettuato il contratto senza clausola ( es. Codice Consumo d.l.g. n206 /2005 : nullità delle clausole vessatorie non annullano il Contratto a condizioni generali )

Azione di Nullità :
Il negozio nullo abbiamo detto che non produce alcun effetto giuridico ; ciò non toglie che non possa essere eseguito.
Proprio per questo è prevista l'azione di nullità ( artt.1421-1423 cod.civ. ), con la quale si richiede indietro la prestazione effettuata nel Contratto  nullo.
Caratteristiche dell'Azione di Nullità :
- imprescrittibilità ( a differenza dell'azione di annullamento che analizzeremo più avanti )
- esclusa la sanatoria del negozio ( ovvero la Convalida )
- è un Azione di mero accertamento 
- legittimati attivamente : ciascuna delle parti ed i terzi ( art. 1421 cod.civ. )
- nullità dell'atto può rilevarsi d'ufficio dal giudice ( a differenza dell'azione di annullamento )

Conversione del Contratto Nullo 
E' disciplinata dall'art. 1424 cod.civ. la conversione del Contratto nullo trasformandolo, tramite il giudice , in un altro Contratto diverso se: 
a) Ci sia appunto un Contratto nullo 
b) Sebbene nullo i requisiti essenziali non lo siano
c) le parti lo avrebbero effettuato lo stesso se non fosse nullo
d) detta nullità non dipende da illecità


Annullabilità 

L'Annullabilità è una anomalia minore della nullità ; deriva dall'inosservanza di una delle regole che proteggono le parti del negozio.
Sono cause di annullabilità art. 1425 cod.civ.:

Caratteristiche dell'annullabilità a differenza della nullità:
- azione di annullabilità è un azione costitutiva
- azione di annullamento spetta solo alla parte la cui invalidità interessa
- noan può essere rilevata d'ufficio
- azione di annullamento soggetta a prescrizione (a seconda della fattispecie secondo art. 1442 cod.civ.)
- eccezione della parte corrispondente è imprescrittibile
- annullabilità è sanabile con la Convalida

Effetto di annullamento fra le parti:
Si ha un effetto retroattivo con l'efficacia dell'azione fra le parti e comporta la restituzione della prestazione effettuata (art. 2033 cod.civ.)
Effetto di annullamento nei confronti dei terzi art.1445 cod.civ.:
- L'acquisto di un diritto su un bene mobile da parte di un terzo resta salvo anche dopo l'annullamento del precedente Contratto di cui era oggetto, se il terzo era in buona fede (non è efficace nel caso in cui il Contratto risulta annullato per incapacità legale).
- L'acquisto di un diritto su un bene immobile da parte di un terzo resta salvo anche dopo l'annullamento del precedente Contratto di cui era oggetto, se se la trascrizione del bene sia avvenuta prima della domanda di annullamento.

La Convalida art. 1444 cod.civ. 

Il negozio annullato può essere sanato con la convalida.
Essa si ha quando la parte legittimata a proporre l'annullamento del Contratto si preclude di farne a meno.Importante è che la parte interessata a promuovere l'azione di annullamento conosca il vizio del negozio.
La convalida può essere espressa o tacita.
Sorge inevitabilmente un dubbio: che differenza ci sarebbe allora tra la convalida e la prescrizione della azione di annullabilità?
La differenza sta nel fatto che con avvenuta convalida non l'altra parte del negozio non può più promuovere alcune eccezioni, poichè il negozio risulta sanato.


Argomentazione approfondita prendendo come riferimento Torrente, A., 2012. Manuale di Diritto Privato. 10th ed. Milano: Giuffrè Editore.