Diritto Privato: Le Situazioni Giuridiche Soggettive, il Rapporto Giuridico

Il rapporto giurdico:  Le relazioni umane sono di vario genere. La relazione che passa tra me ed il mio debitore è regolata dall'ordinamento giuridico.

Definizione: "Il rapporto giuridico è la relazione fra due soggetti regolata dall'ordinamento giuridico" 

I soggetti protagonisti del rapporto sono:

- Soggetto Attivo: al quale l'ordinamento da un potere
- Soggetto Passivo: quello al quale l'ordinamento da un dovere 

Il rapporto giuridico è una figura della categoria più ampia "Situazione giuridica"


Situazioni soggettive attive: Il Soggetto Attivo del rapporto giuridico si connota quale titolare di un Diritto Soggettivo.

Definizione di Diritto soggettivo: "Potere di agire per un proprio interesse individuale protetto dall'ordinamento giuridico"

Colui a cui l'ordinamento giuridico attribuisce il diritto soggettivo è chiamato titolare del diritto medesimo.


Categorie di diritti soggettivi:

- Diritti Assoluti: potere del titolare che può far valere verso tutti / erga omnes
es. Diritti Reali, Diritti della Personalità
- Diritti Relativi: potere del titolare che può far valere nei confronti di una o più persone determinate.
es. Diritti di Credito

Altre categorie di diritti soggettivi sono:
- Diritti Potestativi: potere di mutare la situazione giuridica di un altra soggetto 
- Diritti Personali di Godimento: hanno duplice natura, relativa (verso chi ha concesso il godimento), assoluta (verso tutti i consociati ad astenersi dal turbare tale godimento).


Situazioni soggettive passive: posizioni del Soggetto Passivo:

- il dovere generico di astensione: come rovescio del della figura del Diritto Assoluto, ovvero  il dovere di astenersi dal ledere il diritto assoluto di un'altra persona.
- l'obbligo in un rapporto giuridico: tenuto da un soggetto passivo in un rapporto giuridico, a cui fa riscontro una pretesa del soggetto attivo, ossia il potere di esigere uno specifico comportamento (prestazione).


Vicende del rapporto giuridico:

Il rapporto giuridico nasce, o meglio, si costituisce con l'acquisto del Soggetto Attivo di un Diritto Soggettivo. 
L'acquisto di detto Diritto puo' essere di due tipi:
- Titolo originario: diritto sorge a favore di una persona senza essere trasferito da nessuno
- Titolo derivativo: diritto si trasmette da una persona ad un'altra.

(Titolo di acquisto: è l'atto o il fatto giuridico che giustifica l'acquisto del diritto).

La successione si verifica nell'acquisto a Titolo derivativo. E' il fenomeno del passaggio di un diritto (assoluto o relativo) dal patrimonio di un individuo a un altro:
Si chiama autore o dante causa chi perde il diritto, e successore o avente causa chi lo acquista.

Nelle forme di acquisto di un Diritto Soggettivo a Titolo derivativo si affermano le seguenti regole:
1° Il nuovo titolare non può vantare un diritto più ampio del vecchio titolare 
2° L'acquisto del diritto del nuovo titolare dipende dall'effettiva esistenza del diritto del precedente titolare.

La vicenda finale del rapporto giuridico è l'estinzione: si ha quando il titolare del diritto perde un diritto senza che sia trasmesso ad altri.


Argomentazione approfondita prendendo come riferimento Torrente, A., 2012. Manuale di Diritto Privato. 10th ed. Milano: Giuffrè Editore.