Economia Politica: Introduzione ad Economia Politica


INTRODUZIONE AD ECONOMIA POLITICA


E’ bene affermare che ci sono interconnessioni molto frequenti fra Economia e Diritto.
Ponendosi la domanda “Che cos’è l’economia politica?” Ci si puo’ rispondere affermando che:
L’Economia Politica è la scienza che si occupa della allocazione delle risorse scarse per produrre beni destinati a soddisfare bisogni umani.
Partendo dalla questione che l’Uomo necessita di soddisfare i propri bisogni si puo’ suddividere codesti in 2 categorie:
Bisogni Primari (es.nutrimento ,riparo…) Alcuni dei quali sono relativi a seconda dello status sociale.
Bisogni Secondari (es. vancanze…..)      


E’ fondamentale affermare che l’Economia alloca le risorse tramite Il Mercato; lo stesso che regola cosa e come produrre alle societa. (Il prezzo è fondamentale per le variazioni economiche).
Adam Smith puo’ essere considerato il fondatore del Mercato. Lui stesso affermava che “il prezzo segnala alle imprese cosa produrre”; se il prezzo aumenta segnala una scarsa quantità del prodotto, di conseguenza, se il prodotto è di grande disponibilita’ il prezzo cala. (Quando non c’è mercato si crea sovrapposizione per non vendita.Es.Unione Sovietica 1970-80).

Sempre Adam Smith dichiaro’ che lo Stato deve garantire 3 cose: La difesa;Ordino pubblico; Giustizia. Poiche’ essenziali per lo sviluppo di un paese.


Lo Stato fissa  delle regole per il funzionamento della economia reale. Interviene erogando dei servizi ma anche il privato puo’ fare altrettanto (es. sia lo Stato che il privato puo’ erogare la Sanità).

Nel 2002 entro’ in circolo ufficialemente nell’unione Europea L’Euro che provoco’ sul territorio italiano un aumento dei prezzi. Le persone sentirono un rincaro dei prezzi poiche’ non si accorsero del cambio valuta .

Di base ormai risulta ben evidente che ci sia un circolo che lega la famiglia (del cittadino) con l’impresa investitrice. Questo poiche’ l’impresa investe sulla famiglia che consuma i prodotti e quindi la famiglia risulta la stessa ad offrire lavoro all’impresa.
Tra imprese è comunque benefica la concorrenza per il bene sociale.